corpo 10 settimanale online

 

   

Amedeo Minghi "40 anni da 1959" dal 26 marzo  il tour celebrativo con le sue più belle canzoni

amedeo minghi ridottoA distanza di quattro decenni dalla celebre “1950”, uno dei capolavori della musica d’autore italiana, Amedeo Minghi torna a calcare i palcoscenici con la tournée teatrale celebrativa “40 anni da 1950”, al via dal Teatro Verdi di Firenze il 26 marzo. Special guest Mietta ai concerti di Firenze e di Milano. 

Durante il tour Minghi presenterà per la prima volta anche alcuni brani inediti che saranno inclusi nel suo nuovo album, in uscita il prossimo autunno. Tra questi “Non c’è vento stasera” (su etichetta NAR International), che dal 15 marzo sarà disponibile sui principali store digitali e in radio. 

Queste le date annunciate: 21 marzo APRILIA (LT), Teatro Europa (data zero); 26 marzo FIRENZE, Teatro Verdi; 31 marzo ISERNIA, Auditorium Unità d’Italia; 12 aprile LEGNAGO (VR), Teatro Salieri; 13 aprile MILANO, Teatro Arcimboldi; 14 aprile ALESSANDRIA; Teatro Alessandrino; 22 aprile NAPOLI, Teatro Diana; 23 aprile LECCE, Teatro Apollo; 28 aprile SENIGALLIA, Teatro La Fenice.

Il tour è prodotto da The Boss di Roma. I biglietti sono in prevendita su Ticketone. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito ufficiale dell’artista www.amedeominghi.eu 

Minghi mancava dalla scena live da quattro anni e durante la breve anteprima del tour, la scorsa estate, è stato accolto dal pubblico con molto entusiasmo. Ora, con questa sua nuova tournée teatrale, l’artista ha voluto porre al centro della narrazione la ‘sua’ storia d’amore con la musica, la ‘Serenella’ di raffinata bellezza che lo rappresenta più di ogni altra sua canzone e con cui riuscì ad imprimere nella memoria collettiva un’Italia a cavallo tra la guerra e la rinascita.

Con “40 anni da 1950” Minghi rende omaggio alla sua opera più poetica ed evocativa, di struggente melodia, con cui ha saputo magistralmente dipingere - insieme a Gaio Chiocchio - il momento di passaggio del nostro Paese dalla sofferenza della guerra alla gioia per la liberazione e la speranza di una nuova vita. Un capolavoro che ha saputo aspettare prima di vedersi riconosciuto il posto che le spettava nella musica d’autore italiana. "Nove appuntamenti per celebrare la ormai mitica Serenella di ‘1950’, che ha superato il traguardo dei 40anni” commenta Amedeo Minghi “Il tour coincide con la prossima distribuzione del mio nuovo album in uscita in Autunno e preceduto intanto da ‘Non c’è vento stasera’. 

Come sempre, è la vita e i suoi risvolti, la protagonista del nuovo lavoro: onirico, appassionato, ironico, spaurito, solenne, divertito, struggente ed altro ancora. Un nuovo capitolo da aggiungere alla nostra comune storia” Naturalmente “40 anni da 1950” sarà anche un viaggio tra i tantissimi successi che hanno contraddistinto la lunghissima carriera di Minghi e che lo hanno fatto amare dal pubblico: da “La vita mia” e “L’immenso”, brano con cui scalò anche le classifiche internazionali; a “Cantare è d’amore”, presentata al Festival di Sanremo nel 1996, e “Vattene Amore”, forse il brano più noto al grande pubblico, cantato in coppia con Mietta a Sanremo del 1990. 

Canzoni iconiche che hanno lasciato il segno nella storia della nostra canzone d’autore. Minghi salirà sul palco accompagnato da un sestetto d'archi e da una band composta da Luca Perroni al pianoforte, Giandomenico Anellino alla chitarra, Alessandro Mazza al basso, Stefano Marazzi alla batteria, e dalle voci di Rosy Messina e Giordano Spadafora. Compositore, cantautore, arrangiatore e produttore, Amedeo Minghi ha saputo attraversare la storia della musica italiana con originale coerenza e maestria. Autore visionario e poliedrico, interprete di autentici gioielli musicali per intensità narrativa, nel corso della sua lunga attività artistica a metà strada tra generi musicali diversi, ha inanellato successi su successi; scritto colonne sonore per la tv, per il cinema, per il teatro; per molti suoi colleghi ha composto numerose hit e realizzato progetti. Lasciandosi sempre guidare da un incommensurabile amore per la musica, che è il vero centro della sua vita. 

Marina Bertucci

Salvare
Scelte dell'utente per i cookie
Utilizziamo i cookie per fornirti i migliori servizi possibili. Se si rifiuta l'uso di questi cookie, il sito Web potrebbe non funzionare correttamente..
Accettare tutto
Rifiutare tutto
Maggiori informazioni
SOCIALS
Facebook
Accettare
Rifiutare
Twitter
Accettare
Rifiutare
Linkedin
Accettare
Rifiutare
COOKIE ANALITICI
GOOGLE
Accettare
Rifiutare