corpo 10 settimanale online

  Licia Colò, Sabrina Alfonsi e Antonio Cianciullo hanno fatto il punto sulla situazione ambientale

sabrina alfonsiIl prossimo 22 aprile si celebrerà l’annuale Giornata della Terra, istituita nel 1970 dalle Nazioni Unite per il supporto e la protezione dell'ambiente. In vista di un appuntamento così importante a livello globale, Licia Colò (conduttrice e divulgatrice scientifica), Sabrina Alfonsi (Assessore all’agricoltura, ambiente e ciclo dei rifiuti di Roma Capitale) e Antonio Cianciullo (giornalista esperto di ambiente) sono intervenuti nella puntata odierna di Iceberg, il contenitore di informazione condotto da Patrizia Barsotti in onda tutti i venerdì alle ore 13 su Anita TV (canale 88 DTT), realizzato in collaborazione con l’agenzia di stampa Askanews.

Parlando del rapporto che i giovani hanno con l’ambiente, Licia Colò ha sottolineato «una sensibilità maggiore rispetto al passato. Si interessano sicuramente di più, nonostante alcuni siano ancora troppo poco informati».

Ma come va affrontata la questione ambientale? La divulgatrice scientifica ha detto: «Spero ci sia più coraggio di agire e non di parlare solamente. Occorrono obiettivi precisi, da focalizzare anche su temi non sempre al centro dell’attenzione come l’alimentazione. L’Italia e l’UE, in tal senso, stanno portando avanti azioni concrete, che però non vengono sempre rispettate da tutti. Sulla carta siamo tutti coraggiosi, nei fatti un po’ meno. Occorre andare avanti sul nostro obiettivo, senza cambiare mai rotta».

Spostando il tema sulla città di Roma, Sabrina Alfonsi ha dichiarato: «Sulla tutela dell’ambiente stiamo mettendo in campo tantissimo, come mai fatto prima, visto che questo è indubbiamente il tema del momento. Dobbiamo infatti capire che per salvarci, dobbiamo salvare il nostro pianeta. Una prospettiva di benessere può esserci solo se anche l’ambiente è sano».

L’Assessore ha poi parlato dei vari progetti portati avanti: «Con la microforestazione urbana daremo nuovi polmoni verdi alla città. Stiamo anche progettando dei piccoli boschi (20 metriX20, ndr) da situare vicino alle scuole. Questi, oltre ad abbellire, avranno anche scopi educativi e didattici. Inquadrando un QRcode, infatti, si potrà capire quanto quegli alberi stiano facendo per noi e, così facendo, si cresceranno generazioni più consapevoli verso l’ambiente. Il Sindaco Gualtieri – ha concluso – ha stanziato circa 100 milioni di euro in tre anni per il verde, sia per la formazione di nuovi esperti, che per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente».

«Alcuni atteggiamenti mostrano più consapevolezza verso l’ambiente rispetto al passato – ha dichiarato Antonio Cianciullo – ma dobbiamo e possiamo fare ancora moltissimo. Dall’Europa, ad esempio, vengono stanziati fondi per il green, ma con un pensiero ancora rivolto al secolo scorso; dobbiamo cambiare registro. Occorrono, infatti, fondi per pilotare il percorso produttivo verso una sostenibilità economica e ambientale».

 Marina Bertucci

Salvare
Scelte dell'utente per i cookie
Utilizziamo i cookie per fornirti i migliori servizi possibili. Se si rifiuta l'uso di questi cookie, il sito Web potrebbe non funzionare correttamente..
Accettare tutto
Rifiutare tutto
Maggiori informazioni
SOCIALS
Facebook
Accettare
Rifiutare
Twitter
Accettare
Rifiutare
Linkedin
Accettare
Rifiutare
COOKIE ANALITICI
GOOGLE
Accettare
Rifiutare