corpo 10 settimanale online

Robert Harris, nato a Nottingham il 7 marzo 1957

luca libri lucaHarris è uno scrittore che si deve leggere almeno una volta nella vita. Non è solo autore di narrativa, ma è stato anche editorialista sul The Sunday Times per molti anni, schierandosi politicamente in modo netto ed è anche stato eletto "Columnist of the Year" nel 2003 al British Press Awards.

La sua produzione letteraria comprende anche saggi, tra cui la famosa inchiesta sui falsi diari del FuhrerI diari di Hitler (2002), tuttavia è conosciuto dal grande pubblico soprattutto per i suoi romanzi avvincenti. Harris è uno scrittore prolifico e tutte le sue opere sono edite in Italia da Mondadori (casa editrice che non ha mai cambiato).

In narrativa raggiunge il successo nel 1992 con Fatherland, un romanzo imperdibile, ucronico, su come sarebbe stata la società se il nazismo avesse vinto la Seconda guerra mondiale.

Una curiosità su di lui: è il cognato di un altro grande scrittore britannico, Nick Hornby

Ci sono validi motivi per cui bisognerebbe inserirlo nella propria lista di autori da leggere almeno una volta:

  • La tensione narrativa dei suoi romanzi non è impetuosa, al contrario è sempre caratterizzata da un crescendo intenso che dimostra la sua maestria nel gestire i ritmi della storia.

  • Ha una predilezione per i romanzi storici, ambientati in varie epoche, di cui cura il mondo narrativo in maniera quasi maniacale, garantendo così un risultato più che coinvolgente per il lettore. In particolare ha due focus temporali principali che ricorrono nella sua produzione: il primo è l’Antica Roma, il secondo il periodo che abbraccia il secondo conflitto mondiale

  • I suoi protagonisti sono intensi e molto sfaccettati e si prestano a una lettura a vari livelli come Tom Jericho in In molti di essi traspare sempre un legame tra politica e potere, riflesso diretto di un impegno personale di Harris nella sua vita reale: un esempio magistrale è Adam Lang, il Presidente in Ghostwriter

  • È un autore insostituibile per gli amanti dei romanzi storici ambientati nell’antica Roma, a partire dall’epico Pompei del 2003, fino alla saga su Cicerone: Imperium (2006), Conspirata (2009), Dictator (2015) e dal 2017, disponibili anche riuniti in un solo volume con il titolo “La trilogia di Cicerone

  • I quattro romanzi imperdibili, che sono una sorta di spina dorsale che mostra la sua versatilità, sono:

(1992)                     (1996)                     (2003)                   (2007)

  • Dai suoi libri sono stratti tratti film diretti anche da registi famosi come Polanski, con cast importanti, tra cui ad esempio Fatherland, Enigma, Ghostwriter, L’ufficiale e la spia. Un consiglio: se ne avete la possibilità leggete prima il libro e poi guardate il film, sebbene sia una buona regola da adottare sempre, mai come in questo caso la caldeggio vivamente!

Salvare
Scelte dell'utente per i cookie
Utilizziamo i cookie per fornirti i migliori servizi possibili. Se si rifiuta l'uso di questi cookie, il sito Web potrebbe non funzionare correttamente..
Accettare tutto
Rifiutare tutto
Maggiori informazioni
SOCIALS
Facebook
Accettare
Rifiutare
Twitter
Accettare
Rifiutare
Linkedin
Accettare
Rifiutare
COOKIE ANALITICI
GOOGLE
Accettare
Rifiutare