corpo 10 settimanale online

Spesso sottovalutiamo le attrici del nostro cinema.
Elisabetta Pellini ha tutti i numeri per essere una grande attrice. Nel nostro Star sistem, mancano le attrici dive. Elisabetta puoi assurgere a Diva?

Ho incontrato durante un evento, l’attrice Elisabetta Pellini, dolce, carina e disponibile, e ne ho approfittato per intervistarla per voi. Professionalmente sta vivendo un buon momento. Impegnata su diversi fronti artistici, possiamo senz’altro affermare, che è o potrebbe essere un’attrice a tutto tondo. Come le attrici americane, oltre a recitare, si affaccia alla regia, ed è in grado di ballare e cantare, e come se non bastasse scrive anche le sceneggiature. Una Barbra Streisand tutta nostra.

So che sei super impegnata, cosa bolle nella pentola di Elisabetta?

Pellini ElisabettaSono stata interprete, in Romania, in un film di Ciprian Mega, dal titolo “21 rubini”,ed è uscito sia in Romania che a New York. Con me, un mostro sacro del cinema hollywoodiano, Micky Rourke e con Anthony Delon. Un ottimo film che mi auguro possa essere visto anche in Italia quanto prima. Stanno completando il montaggio, di un film d’autore, di genere noir,”Buio come il cuore” con la sceneggiatura di Claudio Masenza e Marco De Luca, che è il regista. È stato girato tra Reggio Calabria e Scilla. Questo film è per me un sogno che si realizza.  Stanno terminando la post produzione e spero esca presto al cinema e faccia un percorso di festival. Amo moltissimo questo film, e sono felice di aver interpretato un ruolo così bello ed intenso, come quello di Anna, una donna misteriosa dal passato nascosto. È appena uscita, la colonna sonora del film “Buio come il cuore” di David Cerquetti su spotify e youtube con la canzone che chiude il film, cantata da Lorenzo Licitra, molto bella! Film a me molto caro. Sono in trepida attesa per poterlo vedere sul grande schermo. La post produzione di un altro film, in cui interpreto la Regina Costanza D’Altavilla, sta per essere completata. Questo film parla di Gioacchino Fiore, con la regia di Jordan River, “Il monaco che vinse l’Apocalisse”. Il film di vinse in Inghilterra, a Londra il premio per la sceneggiatura, al Best Script Award. (Best Historical Screenplay) Chiaramente vi sono altri progetti in cantiere, ma noi artisti, siamo scaramantici e non ne vogliamo parlare prima del dovuto.

Nonostante la tua ancora giovane età, hai una carriera alle spalle di tutto rispetto. Vogliamo ripercorrerla? 

Ho partecipato come attrice, naturalmente, in molte serie per la televisione: Distretto di polizia, Sirene, Scomparsa, Rosso San Valentino, maresciallo Rocca, Incantesimo, Provaci ancora prof, Medico in famiglia, Allieva, Le tre rose di Eva, e dulcis in fundo la serie, “Non ci resta che il crimine”, di Massimiliano Bruno, e Federici per Sky e Nowtv.

Hai avuto partner e maestri di tutto rispetto, ce ne vuoi parlare?

Ho avuto il piacere di lavorare con il mai dimenticato Gigi Proietti, nel Maresciallo Rocca 3, ed è stata una grande opportunità per me, non solo professionale ma anche umana. Lui mi ha consigliato quella che sarebbe diventata la mia insegnante di recitazione Annabella Cerliani, con la quale ho fatto un importante percorso di studio. Ma anche Giancarlo Giannini, Matteo Garrone, Paola Cortellesi.

Direi notevole per quanto riguarda le serie Tv! Ma il cinema?

Ho avuto il piacere di essere diretta da grandi registi come Ferzan Ozpetek, Sergio Rubini, Gabriele Salvatores, e Riccardo Milani. Mi sono cimentata anche in una commedia, “La volpe e l’uva”, con la regia di Pier Maria Cecchini. Ma mi piace far sapere che sono stata protagonista di alcuni cortometraggi, con argomenti di grande attualità, come le malattie rare e la violenza sulle donne.

Per il cinema sei stata diretta da grandi registi, come Ferzan Ozpetek, Sergio Rubini, Gabriele Salvatores ma so che come sceneggiatrice hai assestato un bel colpo…

…Era il 2002 ed insieme a Luca Biglione abbiamo   venduto un soggetto, a Rai cinema. “Soledad” un thriller psicologico.

Qualche nomination, qualche premio?

Nel 2017 ho vinto il premio, come miglior regia, per il corto "La Signora M". È stato girato in un giorno, montato in macchina, in bianco e nero, sia al festival di Siena 2017, che al Love Film Festival di Perugia…

Ma non ti sei fermata qui…

…ho scritto insieme a Manuela Tempesta ed ho interpretato, il cortometraggio "Anatomia di un Amore" che ha vinto numerosi premi, a festival nazionali italiani, il festival di Siracusa ed il festival di Terni.

Sbaglio o il tuo esordio come regista è stato…

…con uno degli episodi del lungometraggio “Selfie Mania”, per il quale ero anche sceneggiatrice insieme a Giancarlo Scarchilli. Il mio episodio portava il titolo “L’amore nonostante tutto”. Tengo molto a far sapere che questo episodio ha vinto il premio come migliore regia al festival Materatese, alla biennale di Vicenza, All’Art Social films di Benevento, Montecatini film festival Apoximeno, Premio Felix nel festival Italo Russo, Cinemagia, Festival di Civitavecchia, Babel Film Festival (Rumeno), e vari premi come migliore attore Andrea Roncato e migliore attrice Milena Vukotic, protagonisti dell'episodio.

Questo lo puoi dire, anche se sei scaramantica. Ricordo male o nel 2021 con la supervisione di Vanzina…

…si ho scritto insieme a Sergio Fabi, il soggetto della commedia “Game Over. Ritorno alla realtà”. La produzione è affidata alla Queen Production, ma è ancora in preparazione.

Come dividi la vita tra attrice e la donna?

Vivo il tutto in maniera semplice, così come viene, anche perché una influenza l'altra. Non mi creo problemi di divisione, la donna e l'attrice sono costrette a convivere, per conseguenza la semplicità è poi l'unico comportamento possibile, per fare in modo che possano vivere vite parallele. Amo vivere una vita semplice e tranquilla e con una parte di essa rivolta allo studio per migliorarmi sia come attrice che come donna. Mi piace vivere nella natura, viaggiare, fare foto, amando l'arte andare per mostre e monumenti.

Cosa ti aspetti dalla vita?

Serenità ed equilibrio, e per me questo è il concetto e l'essenza della felicità.

Il tuo uomo ideale?

Voglio essere sicura che sia quello giusto, non ho stereotipi, difatti ho avuto uomini di diversa tipologia. Non è indispensabile che siano piacenti. La bellezza passa e quello che rimane che conta. Poi deve essere sincero e devo avere completa fiducia, e deve essere un uomo con dei solidi valori. È necessario che abbia forza di volontà, ed essere complice della sua donna. Forte per quando mi devo appoggiare a lui, ed essere il mio riferimento.

C’è già qualcuno all’orizzonte?

Si! Un ariete come me!

Che ruolo ti piacerebbe interpretare?

Ho fatto ruoli diversi, la tossica, la suora, di tutto e di più. Certo, mi piacerebbe essere chiamata per del cinema impegnato, ma questo è un sogno, ed ho quasi paura a dirlo. Film come quelli di Hitchcock tanto per intenderci, ma credo di esserci riuscita con uno dei miei ultimi lavori.

E come registi italiani?

Tutti, trovo che si abbia un buon livello di regia in Italia, vedi Comencini o Ferzan Ozpetek con il quale ho già lavorato nel film "Un giorno perfetto"... e, magari, mi richiamasse!

Hollywood?

Come attore amerei recitare con Al Pacino e come regista Martin Scorzese.

In Italia con chi desidereresti lavorare?

Con Proietti ho già lavorato ed anche con il grande Giancarlo Giannini. Mi piacerebbe lavorare con Matteo Garrone, come regista, e come attore con Tony Servillo, ma la lista sarebbe lunga e...

Che mi dici di te? 

Sono una persona semplice, spontanea, naturale e detesto le bugie. Divento aggressiva se scopro che mi si mente. Passano subito quei momenti e vado poi alla ricerca del perdono e comunque di un chiarimento. Non amo andare a letto, se prima non ho messo tutto in chiaro. Questo è un retaggio di tre anni passati con le suore, che insieme ad altre cose mi hanno insegnato a mettere da parte l'orgoglio. Poi sono testarda e cocciuta, istintiva, meteopatica e melanconica........

Dimmi quello che ti passa per la testa?

Spero che quello che non è in equilibrio nella mia vita, possa trovare la soluzione.

Antonio Ventura Coburgo de Gnon

Salvare
Scelte dell'utente per i cookie
Utilizziamo i cookie per fornirti i migliori servizi possibili. Se si rifiuta l'uso di questi cookie, il sito Web potrebbe non funzionare correttamente..
Accettare tutto
Rifiutare tutto
Maggiori informazioni
SOCIALS
Facebook
Accettare
Rifiutare
Twitter
Accettare
Rifiutare
Linkedin
Accettare
Rifiutare
COOKIE ANALITICI
GOOGLE
Accettare
Rifiutare