corpo 10 settimanale online

Quando un sindacalista fa il proprio mestiere!

Nicola Egidio un signore impegnato più che mai per promuovere il suo territorio.

nicola egidioPer essere un vero e bravo sindacalista, si deve essere dalla parte del lavoratore e non da quello del datore di lavoro. Certo che la brama della scalata e della conseguente remunerazione, a volte porta a perdere l’obbiettivo: la tutela assoluta del lavoratore, il rispetto del

contratto, e le migliorie dello stesso. Ho avuto il piacere di intervistare un sindacalista serio ed attento alle problematiche dei lavoratori. Sentiamo cosa ha da dire il sindacalista Nicola Egidio, segretario UGL, UTL, Napoli spettacolo e sport.

Le piace essere impegnato in ambito sportivo?

A parte il fatto che lo sport è nella nostra cultura, posso aggiungere che lo sport è vita, ma serve anche a migliorare la forma fisica, e fonte di attrazione per le varie discipline.

Ma in Campania e precisamente anche a Napoli come considera lo sport?

Napoli e tutta la regione campana, vantano con orgoglio, una lunga tradizione sportiva, sia in campo nazionale che internazionale. Molti campioni sono nati in questa terra. E’ sicuramente un interesse provato, che i cittadini campani e napoletani amano praticare e seguire le varie discipline sportive. Inoltre esorto tutte le istituzioni locali ad intervenire per recuperare i 70 impianti sportivi che vennero utilizzati per le Universiadi del 2019. Questi impianti sono dislocati in 58 comuni della regione campana. Si rischia che questi impianti non vengano utilizzati, vanificando l’impegno, anche finanziario, di un patrimonio unico nel settore sportivo.

Ognuno di noi possiede almeno un sogno che desidera si possa avverare. Il suo qual è?

Il mio cassetto e pieno di sogni, ma uno predomina sugli altri. Vedere una gara del gran premio di Formula 1 a Napoli. In effetti, forse pochi sanno, o ricordano, che dal 1930 al 1960 si disputava il gran premio di Napoli. Da diversi anni Napoli ospita competizioni sportive internazionali come l’America’s Cup, l’Atp <tour 250, i campionati mondiali di Offshore, Endurance e Diporto, i vari giri D’Italia, ed altri eventi non meno importanti. Auguro che la mia proposta, venga accolta da chi ha la possibilità di deciderne le sorti.

Possiamo asserire che per lo sport siano periodi positivo o mi sbaglio?

Diciamo di sì, ma sarebbe necessario fare di più. Sono certo che, se vi è impegno corale, si riuscirà a confermare sempre più, Napoli e la Campania. Per esempio: Individuare location ideali per far si che, Napoli venga scelta come Capitale dello Sport 2026.

Cosa porterebbe tutto questo?

Un aspetto non trascurabile, è che l’industria dello sport, porta occupazione sia diretta che indiretta.

E’ necessario sottolineare che lo Sport, e lo spettacolo, e l’informazione in unione al turismo, sono sempre più una locomotiva che trascina interesse, per un territorio che può vantare tutti i requisiti che lo rendono unico al mondo.

Antonio Ventura Coburgo de Gnon

Salvare
Scelte dell'utente per i cookie
Utilizziamo i cookie per fornirti i migliori servizi possibili. Se si rifiuta l'uso di questi cookie, il sito Web potrebbe non funzionare correttamente..
Accettare tutto
Rifiutare tutto
Maggiori informazioni
SOCIALS
Facebook
Accettare
Rifiutare
Twitter
Accettare
Rifiutare
Linkedin
Accettare
Rifiutare
COOKIE ANALITICI
GOOGLE
Accettare
Rifiutare